Il castello di Monopoli, da dove è iniziato la Spaccamurgia del 2017-

Spaccamurgia, cento chilometri dal sapore di mille di socialtrekking pugliese


Il social trekking è ormai di casa ovunque, la Puglia non poteva mancare. L’occasione è stata la seconda edizione della quattro giorni della Spaccamurgia, percorso a piedi da Monopoli a Taranto.

Si dice Puglia e si è portati a pensare a qualcosa di omogeneo, a scenari che in realtà possono essere standardizzati solo nella propria mente, a livello quindi puramente soggettivo.

A riprova di ciò, caso mai avessero potuto  esservi dubbi, nelle scorse settimane vi è stato l'”illuminante” SPACCAMURGIA 2017. Un coast to coast dall’Adriatico allo Ionio, organizzato dalla sezione di Putignano di Legambiente e giunto alla sua seconda edizione.

Il nostro blog del Social Trekking è stato invitato a partecipare dagli organizzatori e noi abbiamo aderito con slancio.

E non ce ne siamo certo pentiti, anzi! La camminata di circa 100 chilometri, che ha visto la partecipazione di quasi cinquanta camminatori, si è infatti sviluppata in pieno “sentore” della filosofia del Social Trekking. Vale a dire un camminare capace di interagire con il territorio e i suoi abitanti, apportandovi entusiasmo, idee, risorse.

Tra muretti a secco, trulli, scogliere, vecchie ferrovie abbandonate, masserie spettacolari,  alla fine volendo sintetizzare non può rimanere altro che pensare…W il social trekking, W la Spaccamurgia.

Perchè la vera rivoluzione, per dirla con il grande camminatore Carnovalini, viaggia a tre chilometri l’ora, vale a dire al ritmo della camminata consapevole del circostante.

Raffaele Basile

Ed ecco il link all’articolo sul portale Infooggi in cui abbiamo più dettagliatamente parlato dell’iniziativa

socialmurgia3

socialmurgia socialmurgia2 socialmurgia4

 

1 commento
  1. Nicola
    Nicola says:

    Sono di parte perchè pugliese, ma effettivamente fare trekkink in Puglia ha un suo perché…consiglio vivamente di provarci

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *